03:50 pm
26 Marzo 2019

Incontro con lo scrittore Gianluca Barneschi

Nell’ambito dell’iniziativa “Il maggio dei libri. Se son libri fioriranno” Presentazione dei libri “Balvano 1944. Indagine su un disastro rimosso” e di “L’inglese che viaggiò con il re e Badoglio. Le missioni dell’agente speciale Dick Mallaby” editi da Libreria Editrice Goriziana.

Presentano l’incontro: Giuseppe Zucchini, volontario della biblioteca e Patrizia Cerimonia, sindaco di Tuoro sul Trasimeno.

“Ragion di stato, censura militare e indagini dagli esiti ridicoli nascosero l’orribile morte di oltre 600 passeggeri nel più grave incidente ferroviario della storia.
Nelle prime ore del 3 marzo
 1944, a Balvano, in provincia di Potenza, più di 600 persone morirono in un assurdo e incredibile incidente ferroviario: il più grave della storia.

Un vero e proprio Titanic ferroviario.

Ma, a differenza del Titanic, ancora più incredibilmente questa tragedia (che ha avuto molti responsabili), è stata ignorata.
Centinaia di famiglie dal marzo 1944, cercano verità, spiegazioni e un risarcimento morale. Invece, indagini sbrigative, censura militare e ragion di stato congiurarono per una quasi completa rimozione dell’accaduto.

Ad alcune tra le famiglie delle vittime, dopo lunghe vicende giudiziali, fu riconosciuta una modesta indennità, ma il loro desiderio è sempre stato quello di un’adeguata conoscenza e di un doveroso ricordo del dramma vissuto.

Ma, quella di Balvano, è stata, e continua a essere, una strage con molti responsabili e nessun colpevole, come molte altre del dopoguerra italiano, con l’aggravante di essere totalmente ignorata ai più.

Questo saggio, frutto di ricerche ventennali negli archivi di tutto il mondo, rivela per la prima volta, tutti gli inediti e definitivi particolari della tragedia, grazie all’acquisizione di documentazione desecretata, testimonianze inedite e rivelazioni clamorose”.

” I retroscena dell’8 settembre 1943, con particolari inediti e in parte clamorosi, affiorano attraverso la misconosciuta storia dell’agente segreto britannico Dick Mallaby in questo accurato lavoro di Gianluca Barneschi.

Mallaby appare misteriosamente a bordo della corvetta Baionetta che portò in gran segreto, da Roma a Brindisi, la famiglia reale e Pietro Badoglio nel settembre del 1943.

Come è possibile che un inglese facesse parte di una comitiva così esclusiva? È da questa domanda, o felice intuizione, che Barneschi sviluppa la sua ricerca storiografica, scoprendo, a poco a poco, che in realtà Mallaby, membro del segretissimo Special operations executive (S.O.E.), fu testimone e protagonista di due dei più rilevanti episodi della storia della Seconda guerra mondiale in Italia.

L’agente del S.O.E. divenne, infatti, il trait d’union fra italiani e Alleati nelle trattative per l’armistizio del settembre del 1943 e, nel febbraio del 1945, riuscì a convincere il capo delle S.S. in Italia, Karl Wolff, a intraprendere i colloqui segreti per quella che sarebbe divenuta la famosa “resa degli ottocentomila”.

Frutto di un’intensa e decennale ricerca presso gli archivi italiani, statunitensi ed inglesi e corredata da nuove testimonianze, l’opera si avvale, per la prima volta, anche del memoriale dello stesso Mallaby.

Il poderoso apparato documentale consente all’autore di chiarire tutti i dettagli, molti dei quali finora ignoti”.

Translate »